NOTRE DAME: LE STRATEGIE DEL RESTAURO Carlo Blasi

Carlo Blasi – Lectures
NOTRE DAME: LE STRATEGIE DEL RESTAURO
giovedì 21 maggio 2020 ore 15.00

Gli utenti interessati a partecipare possono scrivere a Benvenutolectures@unige.it 24 ore prima dell’evento.

La Cattedrale di Notre Dame è stata gravemente danneggiata dall’incendio del 15 aprile 2019. Sono andate completamente perse tutte le strutture lignee delle coperture e della flèche e sono crollate ampie parti delle volte. Il restauro pone problematiche complesse e diverse tra loro con aspetti relativi alla sicurezza del cantiere e delle strutture danneggiate, alle tecniche d’intervento per la conservazione e il consolidamento e alle strategie generali della ricostruzione delle parti perdute. Nell’anno trascorso i lavori sono stati finalizzati alla pulizia delle macerie, alla loro catalogazione, allo smontaggio del ponteggio fuso, alla messa in sicurezza e alla diagnostica. Il dibattito che ha suscitato l’interesse del grande pubblico sulle modalità della ricostruzione non è stato ancora affrontato in modo esaustivo, in attesa di una completa conoscenza della situazione del monumento. Ad oggi sono prevalse le necessità di organizzazione e gestione di un cantiere estremamente complesso, le cui problematiche rientrano a pieno titolo tra quelle del Restauro, che dovrebbero essere insegnate nelle scuole che preparano i futuri tecnici di tale disciplina.

>>guarda il video di presentazione

Riapertura del Bando di concorso del premio Architetto Maurizio Mannucci”

La riapertura, a decorrere dalla data odierna, dei termini per la presentazione delle domande di partecipazione al Bando di concorso del premio Architetto Maurizio Mannucci, premio destinato ad una tesi finale discussa presso le Scuole di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio con sede in Italia”.

Il termine nuovo di scadenza per la presentazione delle domande è il 18 gennaio 2019.

Bando

Marco Dezzi Bardeschi

Gentilissimi Colleghi, gentilissimi specializzandi

Molti di Voi già sono a conoscenza della scomparsa, avvenuta ieri, di Marco Dezzi Bardeschi. Ci uniamo al dolore e allo sgomento dei familiari e delle molte persone che, in una lunga vita di lavoro, hanno condiviso con lui momenti importanti. Non ho talento per i “coccodrilli” e non ritengo che, nell’ambito dei compiti pubblici che svolgiamo, debba trovar spazio l’espressione del sentimento più strettamente personale o dell’aneddoto.
Tuttavia, occorre ricordare che Marco Dezzi Bardeschi ha, dagli Anni Sessanta, trasformato i modi di concepire e di operare nel restauro architettonico, si è battuto per liberare l’intervento sull’esistente dall’arretratezza se non dall’ambiguità, ha difeso una visione aperta alla cultura contemporanea nel suo complesso, ha cercato in tutti i modi di fare della tutela non solo quello che comunque è, un impegno civile, ma anche di renderne partecipi nella misura più vasta possibile i cittadini tutti, di rivendicarla, in una stagione molto vivace, come un valore condiviso e collettivo,nella vita sociale e nell’insegnamento.
Basta ricordare i cantieri del restauro ufficiale – nella sua Firenze, ma anche a Milano – di cinquant’anni fa, per misurare la rilevanza della svolta impressa, nonostante le resistenze. Una battaglia di questa natura è sempre aperta, è un impegno sempre difficile, i risultati possono essere alterni. Ma abbiamo continuato a combatterla, siamo veramente disposti a continuare, in che misura l’abbiamo abbandonata, cosa occorre fare per superare un distacco che tende sempre ad aprirsi, e spesso si approfondisce, dentro e molto di più fuori, dell’Università? Il contesto cambia, ma abbiamo altrettanta energia e altrettanta voglia e capacità di comunicare?
Buon lavoro a tutti

Alberto Grimoldi

Calendario A.A. 2018-2019

File scaricabile               WEB               PDF               FOGLI EXCEL*

*Aprire il link – File – Scarica come – Microsoft Excel

scomparsa del prof. Marco Dezzi Bardeschi

Con profondo dolore, la famiglia e la Redazione ‘ANANKE informano che il professore Marco Dezzi Bardeschi ha lasciato la vita materiale domenica 4 novembre. La cerimonia delle esequie si terrà mercoledì 7 novembre alle ore 15:00 nella Basilica della SS. Annunziata a Firenze. Il corpo sarà esposto nella cappella di San Luca della SS. Annunziata da lunedì pomeriggio a mercoledì negli orari di aperture della Basilica.
Si prega la massima diffusione del messaggio tra amici, colleghi e allievi del professore che volessero partecipare.